Mercoledi, 18 novembre 2020 - ORE:08:40
Privacy Policy
News

Champions League, i possibili scenari

In attesa di capire quando si ritornerà in campo, la Uefa sta studiando varie modalità di conclusione.

Loading...

Inevitabile, giusto, obbligato. E infine colpevole. Sì, perché il rinvio della Champions League è arrivato con un ritardo assurdo e incomprensibile. Mentre l’Italia sprofondava nell’epidemia del Coronavirus e i contagi crescevano, senza sosta, in Francia, Germania, Spagna e Inghilterra, La Uefa continuava a tirare dritto.

Per forza di cose, poi, è arrivato lo stop. L’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha dichiarato la pandemia: tutto il mondo è coinvolto. Fermarsi allora è diventato un imperativo. Ma nelle menti dei grandi d’Europa c’è già l’idea di ripartire. Si stanno studiando ipotesi diverse per tornare in campo o perlomeno finire la Champions League, avendo ben chiari due presupposti: salute per i giocatori e i tesserati, ma soprattutto zero rischi per tifosi e popolazione.

Si naviga nell’incertezza, con un solo dato di fatto: l’ufficialità del rinvio degli Europei 2020, posticipati al prossimo anno (si giocheranno tra l’11 giugno e l’11 luglio 2021), dà ampia possibilità di manovra sulla rivisitazione dei calendari. La data più ottimistica, e al momento anche quella più irreale stando ai dati dei contagi, è quella del 14 aprile, con l’alternativa di spostare ulteriormente al 28. Sono due le commissioni Uefa al lavoro per creare i calendari e trovare gli incastri giusti, in comune accordo con ECA, con le varie leghe calcio e le rappresentanze dei calciatori.

Obbligatorio, in questo momento, è ricordare come ci siamo fermati: Atletico Madrid, Paris Saint Germain, Lipsia e la nostra Atalanta sono già qualificate ai quarti di finale, mentre restano in bilico i seguenti matches: Manchester City-Real Madrid, Juventus-Lione, Barcellona-Napoli e Bayern Monaco-Chelsea. Ha vinto all’andata, al Santiago Bernabeu, il City di Guardiola, che stando alle quote dei bookmakers è il favorito per la vittoria finale: 3.75 il suo piazzamento. Dopo di loro c’è il Bayern Monaco, bancato 4.75 e il Liverpool di Klopp, campione in carica pagato 8 volte la posta. La prima italiana, in ordine di quotazione, è la Juventus a 11.00, seguita dall’Atalanta (a 26.00) e dal Napoli (messo in lavagna a 81.00)

Tra gli scenari studiati per andare avanti c’è quello di una sorta di Final Eight, con tutte le qualificate dei quarti di finale a sfidarsi in una sorta di mini torneo a eliminazione diretta, praticamente come se fossero dei Mondiali o degli Europei. Altra ipotesi è quella delle Final Four, vincolate però alla disposizione di un tempo più ampia. Solo semifinali e finali, senza andata e ritorno, in una sola città europea.

Scenari diversi, possibili, per ora irreali. Perché la partita decisiva si sta giocando negli ospedali. E nelle case di ognuno di noi, dove dobbiamo rimanere per limitare il contagio e far morire questo virus. Solo a questo punto potremo ripensare al calcio. E tornare ad abbracciarci. Magari festeggiando la Champions League, qualsiasi squadra la vinca.

Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 7 seconds
Scrivi la tua opinione

Redazione | Contatti | Support Store

Studionews24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Lucca n. 1/2014 del 14/02/2014.

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.