Venerdi, 21 luglio 2017 - ORE:02:29
Privacy Policy
Altri Sport

UP and DOWN: Le squadre più -o meno- in forma dell’NBA

nba

↑ UP: le più in forma

↑ Indiana Pacers: Con 50 vinte e 17 perse sono saldamente al comando della Eastern Conference.
Grazie agli ultimi quattro successi consecutivi e al periodo no di Miami, il primo posto con fattore campo favorevole per tutti i playoff appare sempre più vicino.
Contro Philadelphia, i Pacers si impongono 99-90. Lance Stephenson ne mette 25, Paul George 24.

↑ Brooklyn Nets: Dopo un inizio di stagione fallimentare (con la panchina di Jason Kidd rovente…), i Nets si sono rialzati alla grande, tanto da guadagnarsi l’attuale sesto posto a Est.
I numeri parlano chiaro: 8 vittorie nelle ultime 10 partite, 9 successi casalinghi consecutivi.
L’ultima vittima di Brooklyn è su Phoenix, sconfitta 108-95. A demolire i Suns ci ha pensato un ispiratissimo Deron Williams: 28 punti con 8/8 da due, 3/5 da tre, 4 assist e 3 palle rubate.

↑ Atlanta Hawks: Sembrava una squadra in caduta libera (6 ko di fila) con i playoff sempre più a rischio. Invece i “falchi” hanno reagito proprio nel momento più delicato della loro stagione.
Quella conquistata a Charlotte (97-83) è una vittoria preziosissima; sia perché è la quarta consecutiva, sia perché permette di tenere lontane le inseguitrici per l’ottavo posto, Bobcats compresi. Trascinatore di Atltanta è Paul Millsap con 28 punti e 5 rimbalzi.

↑ Washington Wizards: Finalmente anche i tifosi di DC possono divertirsi e dire di avere una squadra di basket. I risultati che i Wizards stanno ottenendo in questa stagione stanno facendo dimenticare le delusioni degli ultimi anni nella Capitale a stelle e strisce.
7 vinte nelle ultime 10 partite, 5° posto a Est, oltre che l’impressione di una squadra ricca di talento con giocatori in grande crescita. Su tutti John Wall (33 punti e 6 rimbalzi contro Brooklyn) e Bradley Beal (17 punti di media in stagione); con Ariza a bombardare da 3 e Gortat a fare la voce grossa sotto canestro, i Wizards stanno diventando un avversario scomodo per tutti.

phil jackson↑ New York Knicks: La notizia dell’arrivo nella Big Apple di Phil Jackson, presentato poi nella giornata di martedì, come presidente delle operazioni legate al basket sembra aver portato energia positiva ad una squadra in grande declino.
Da quando aveva cominciato circolare la voce dell’ingresso in società dell’allenatore più vittorioso della NBA i Knicks sono tornati a vincere.
Sei hurrà di fila e speranze di post season, Atlanta e Charlotte permettendo, ancora vive.
Carmelo Anthony (2° miglior realizzatore della NBA a 28 punti di media) sta provando a prendersi sulle spalle la squadra, ma avrà bisogno anche di un cast di supporto per centrare l’impresa playoff.

↓ DOWN: deludono in NBA

↓ Detroit Pistons: Anche se la matematica ancora non li condanna, associare i playoff a questa squadra sarebbe un’eresia. Troppo lontano l’ottavo posto a Est di Atlanta.
Eppure il talento non manca ad una squadra sconfitte in 8 delle ultime 10 giocate. Smith, Drummond, Jannings e Monroe sono giocatori che farebbero comodo a tanti team.
Eppure Detroit non va. I due allenatori alternatisi fin qui in panchina (Cheeks e Loyer) non hanno saputo far decollare la squadra. Peccato soprattutto per il nostro Gigi Datome, arrivato dall’altra parte dell’Oceano da mvp del nostro campionato e solitamente inchiodato alla panchina.
Le qualità non mancano a Gigi, sia tecniche che caratteriali; speriamo che qualcuno a Detroit se ne accorga oppure per uno dei maggiori talenti italiani sarà meglio cambiare aria.

↓ Boston Celtics: A un certo punto della stagione parevano addirittura poter tornare in corsa per i playoff. Ora, con 7 battute d’arresto in 10 match, il campionato dei biancoverdi avrà pochissimo da dire da qui in avanti.
La sconfitta se pur dignitosa rimediata a Dallas (94-89) chiude un ciclo che dimostra lo scarsissimo livello di competitività dei giovani Celtics: 15 ko su 15 gare giocate sui campi della Western Conference.

↓ Orlando Magic: Fanno peggio anche dei Celtics, con 8 ko nelle ultime 10 giocate.
Squadra mai in lotta per i playoff (e lo si sapeva da inizio stagione…).
Nelle 48 sconfitte fin qui rimediate, una delle poche note positive è l’esplosione di Victor Oladipo.
Mamma nigeriana, papà della Sierra Leone, il 21enne nativo del Maryland è uno dei più seri candidati per il premio di miglior rookie dell’anno. Il testa a testa sarà con Michael Carter-Williams di Philadelphia.

↓ Philadelphia 76ers: Entrare nel libro dei record fa sempre notizia, ma quando lo si fa per gli insuccessi lo si vorrebbe dimenticare velocemente.
21 sconfitte consecutive. E’ questa la triste e sconsolante striscia negativa di Philadelphia, squadra sempre più allo sbando con motivazioni finite sotto le scarpe.
Perdendo a Indiana i 76ers hanno raggiunto il record negativo di franchigia in quanto a ko consecutivi. C’è chi scommette che questa striscia potrebbe addirittura prolungarsi fino a fine stagione.

↓ Milwaukee Bucks: 13 vinte e 54 perse. Ladies and Gentleman ecco a voi la peggior squadra di tutta l’NBA. Giocare per perdere avendo così buone possibilità di scegliere per primi al prossimo Draft sembra essere diventato l’imperativo di squadra.
Una situazione davvero desolante e complicata anche per i giocatori che scendono in campo, con il loro valore e appeal che va scemando partita dopo partita.

E ora gustatevi le migliori dieci giocate delle gare del 17 marzo. Have fun!

Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 5 minutes, 14 seconds
Scrivi la tua opinione

Redazione | Contatti | Support Store

Studionews24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Lucca n. 1/2014 del 14/02/2014.

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.