Martedi, 25 aprile 2017 - ORE:00:10
Privacy Policy
Altri Sport

NBA: Inizia la corsa all’anello, ecco tutti gli accoppiamenti

NBA

NBA: WESTERN CONFERENCE

San Antonio Spurs (1) vs Dallas Mavericks (8): Come sfida al primo turno dei playoff non si può chiedere di meglio. Il derby texano promette spettacolo, con una favorita d’obbligo: gli Spurs, squadra col miglior record di tutta la lega.
Dirk Nowitki è un avversario scomodossimo da incontrare nei playoff. San Antonio però, è la squadra che ha mostrato il miglior basket in questa stagione, con una continuità di gioco e risultati impressionante; per questo parte un gradino sopra tutte le avversarie nella corsa al titolo.

Oklahoma City Thunder (2) vs Memphis Grizzlies (7): Memphis ha fatto di tutto per non incontrare gli Spurs al primo turno. Evitare di incontrare Duncan e soci in effetti è una scelta intelligente; tuttavia l’avversario designato non è poi molto più morbido…
L’mvp della stagione, Kevin Durant, è pronto a cominciare la rincorsa al grande obiettivo sfuggito negli ultimi anni. Con Russell Westbrook a dargli manforte, per i Grizzlies l’ostacolo Thunder pare molto arduo da superare. In ogni caso non sarà una passeggiata per Oklahoma di fronte ad un team solido diventato sempre più una certezza a Ovest.

Los Angeles Clippers (3) vs Golden State Warriors (6): Che sfida ragazzi! Due squadre spettacolari, che segnano tantissimo e fanno divertire grazie ai propri giocolieri in campo.
I Clippers sembrano maturati rispetto alla scorsa stagione, grazie sopratutto alla crescita esponenziale di Blake Griffin, sempre più giocatore totale. Paul e Jordan garantiscono punti, assist e rimbalzi; le alternative sono diverse grazie ad un roster lunghissimo.
Ecco perché la parte favorita, anche se dall’altra parte il fenomeno Steph Curry è pronto a stupire gli amanti del basket come ha già fatto nel corso della regular season. I 47 punti segnati pochi giorni fa contro Portland sono solo un aperitivo, perché il piatto forte il Warrior col n.30 è pronto a servirlo nei playoff.

Houston Rockets (4) vs Portland Trail Blazers (5): Solitamente le sfide tra quarte e quinte classificate sono sempre difficili da decifrare.
Quello che possiamo dire è che sia Houston che Portland hanno le qualità necessarie per accedere alla semifinale di Conference. Harden, Howard, Parsons da una parte; Aldridge, Lillard, Matthews dall’altra. Ma non solo, perché i protagonisti potrebbero essere anche altri.
I Rockets avranno il fattore campo e la consapevolezza di aver già superato i Blazers tre volte su quattro in stagioni. Basterà per sfidare gli Spurs al secondo turno?
Difficile dirlo. E’ probabile che la serie si prolunghi alle sei o sette partite per la gioia di noi spettatori.

NBA: EASTERN CONFERENCE

Indiana Pacers (1) vs Atlanta Hawks (8): Indiana è arrivata prima ad Est, ma l’ultimo periodo (se si esclude la bella vittoria sui Thunder) è stato molto travagliato. Diverse sconfitte, crisi di identità, mancanza di gioco. Una situazione che ha portato coach Vogel a lasciare fuori addirittura tutti i titolari contro Milwaukee. Non proprio il miglior biglietto da visita per iniziare i playoff.
Il tasso tecnico dei Pacers comunque è nettamente superiore agli Hawks, che difficilmente impensieriranno gli avversari nonostante il bilancio stagionale sia sostanzialmente in pareggio (2 vittorie per parte negli scontri diretti).

Miami Heat (2) vs Charlotte Bobcats (7): I problemi mostrati da Miami in questa stagione sono evidenti. Dalle lacune sotto canestro ai problemi fisici di Wade.
Di tutto si può dire degli Heat ma due cose sono innegabili: 1) sono i due volte campioni in carica NBA 2) nessuno ha in squadra LeBron James, il giocatore più completo del mondo.
Due fattori da non dimenticarsi nel corso di questi playoff. Si parte con Charlotte, una delle sorprese a Est di questa regular season.
I Bobcats sono carichi; Jefferson farà soffrire sotto i tabelloni Miami. Salvo clamorose sorprese però, King James e compagni passeranno il turno in quattro o cinque partite.

Toronto Raptors (3) vs Brooklyn Nets (6): Chi si aspettava in pre season di vedere i Raptors al terzo posto a Est? Probabilmente nessuno. E invece l’unica squadra canadese della lega c’ha creduto fin dall’inizio rendendosi protagonista di una grande stagione da 48 vittorie. Squadra giovane ma ricca di talento; atleticamente seconda a nessuno. DeRozan e Lowry sono pronti a stupire anche in post season e a far divertire i tifosi canadesi. Di fronte però si troverà una formazione con giocatori ultra navigati come Pierce, Garnett, Williams e Johnson, e nei playoff si sa, quando la palla scotta l’esperienza conta tantissimo.
Il nuovo che avanza contro il campione che non ci sta ad abdicare. Potremmo riassumere così questo scontro dal pronostico apertissimo.

Chicago Bulls (4) vs Washington Wizards (5): Perdere il loro miglior giocatore per tutta la stagione poteva affossarli. Invece, anche senza Derrick Rose e con Deng ceduto a Cleveland poco dopo, i Bulls hanno stupito tutti, chiudendo ad un passo dal terzo posto.
Proprio nell’emergenza e nelle difficoltà Chicago ha saputo trovare la forza per unirsi ancora di più, con ogni membro della squadra dedito alla causa.
Joakim Noah è diventato la guida tecnica e soprattutto carismatica della squadra. Clamorosa la stagione del centro francese leader della squadra in punti, rimbalzi, assist e stoppate, tanto da entrare di diritto tra i primi cinque candidati per il titolo di mvp dell’anno. I Bulls potrebbero davvero essere la mina vagante di questi playoff: nessun fenomeno in campo, ma buoni giocatori che sputano sangue per vincere.
Di fronte si troveranno una delle altre piacevoli sorprese dell’annata, Washington, tornata ai playoff sei anni dopo l’ultima apparizione. Curiosità per vedere all’opera in post season gente come Wall e Beal dopo le ottime performance di regular season.
Non poteva esserci avversario peggiore per i Wizards, che devono provare a vincere almeno una delle prime due gare in trasferta per avere qualche speranza di giocarsela.

Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 5 minutes, 12 seconds
Scrivi la tua opinione