Venerdi, 6 dicembre 2019 - ORE:13:34
Privacy Policy
News

I costi di un’auto

Chi ancora non possiede un’auto spesso pensa ingenuamente che dopo l’acquisto non ci siano ulteriori spese. Niente di più sbagliato, purtroppo. Oltre alla cifra iniziale per acquistare la propria auto (e purtroppo non si parla di poche decine di euro), anche mantenerla e utilizzarla ha un prezzo periodico. Che sia una macchina a benzina, GPL o elettrica, ogni settimana o un paio di volte al mese, la vostra auto necessita di un rifornimento. E’ importante consultare sempre i prezzi del carburante, soprattutto quando si vuole acquistare una nuova auto. Come si può vedere dal confronto realizzato da Carta Carburante News, i prezzi della benzina sono sempre leggermente più alti di quelli del diesel e molto alti rispetto a metano e GPL. Bisogna inoltre mantenere il proprio mezzo a norma di legge. Al cambio di stagione è infatti necessario cambiare le ruote (quelle adatte all’inverno e quelle per la stagione estiva), per non parlare del tagliando, necessario dopo aver percorso un determinato numero di chilometri. Ma allora per tenere un’auto bisogna essere ricchi? Assolutamente no, e vi spieghiamo anche perché.

Loading...

È possibile risparmiare continuando a usare l’auto

Mantenere un’auto senza spendere troppo è possibile. Per fare ciò, basta seguire dei piccoli accorgimenti. Oltre alla manutenzione periodica che ogni tipo di auto richiede, la spesa maggiore da affrontare è quella del carburante. E’ proprio questa la nota dolente, soprattutto se si possiede un’auto vecchia o che consuma molto. Per questo motivo, prima dell’acquisto, è necessario individuare l’auto che faccia al caso vostro. Considerate il vostro stile di guida, la frequenza con cui utilizzate l’auto, le persone con cui viaggiate, i pesi che trasportate o le distanze che percorrete. Non siate timidi, quando vi dirigete presso la concessionaria in cui volete acquistare la vostra auto, fate tutte le domande che vi passano per la mente.

Se invece già possedete un’auto, ecco dei piccoli trucchi che vi faranno risparmiare sul carburante:

 – Evitare carichi pesanti

Ogni auto ha un proprio limite di carico, anche se questo viene spesso ignorato. Un’auto sovraccarica, oltre a mettere in pericolo la vostra sicurezza, aumentando di molto la possibilità di sbandamento e di perdita di controllo del veicolo, consuma anche di più. Portando un carico maggiore di quello che può trasportare, l’auto utilizza ancora più benzina per spostarsi. Consultate il libretto della vostra auto per controllare il limite di carico e dirigetevi presso un esperto che possa montare un baule o un box sul tetto. Quest’ultimo permetterà un’ottimale distribuzione del peso, diminuendo i rischi di sbandamento e portando il carico giusto per non consumare troppo.

– Viaggiate con i finestrini chiusi

A volte è una necessità (soprattutto d’estate) ma a volte è un semplice vizio. Può sembrare assurdo, ma tenere i finestrini aperti rallenta la vostra auto con il classico “effetto paracadute”, costringendola a consumare di più per potersi muovere alla velocità che le viene richiesta. Ricordate che anche l’aria condizionata può consumare più velocemente il vostro carburante, oltre ad essere poco salutare. Tenete perciò aperti i finestrini solo quando non avete altra scelta e quando non andate ad una velocità troppo elevata.

– Spegnete il motore quando siete fermi

Molte volte ci si trova sotto casa di un amico, di un parente o del proprio compagno e siete costretti ad aspettare che il vostro passeggero esca da casa. Durante l’attesa è molto comune tenere la macchina accesa. Inutile dire che questo comportamento, oltre ad essere eccessivamente inquinante, spreca il vostro carburante. Siate diligenti e spegnete l’auto anche quando state aspettando qualcuno o siete semplicemente in fila al semaforo, farete un favore al vostro portafoglio e anche all’ambiente.

– Carpooling

Il carpooling è una soluzione ormai adoperata da molti, soprattutto tra amici o colleghi di lavoro. Il motivo principale della sua nascita e della sua diffusione è ovviamente il risparmio. Molti pendolari percorrono quotidianamente lo stesso percorso, dirigendosi a volte nello stesso luogo di lavoro. Oltre ad un eccessivo inquinamento, questo comporta una spesa superflua per molti. Il carpooling prevede la condivisione di un solo mezzo per più persone che devono recarsi nella medesima destinazione, dividendosi il costo totale del carburante. Questo può avvenire sia tra colleghi di lavoro che si mettono d’accordo tra di loro o tra sconosciuti che riescono a mettersi in contatto, grazie all’utilizzo di alcune ottime app.

– Controllare periodicamente le ruote

Per quanto possa sembrare scontato, la condizione delle ruote può influire molto sull’andamento dell’auto e sul consumo di carburante. Una gomma leggermente sgonfia può infatti consumare anche il 10% in più di benzina. Quando andate a fare rifornimento, chiedete di controllare le ruote e di gonfiarle quando è necessario.

Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 5 minutes, 33 seconds
Scrivi la tua opinione

Redazione | Contatti | Support Store

Studionews24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Lucca n. 1/2014 del 14/02/2014.

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.