Venerdi, 20 gennaio 2017 - ORE:20:57
Privacy Policy
Altri Sport

L’EA7 Milano è super. Panathinaikos al tappeto

ea7 milano

EA7 Milano, tanta grinta, un’ottima partita

Talento, grinta, energia, nervi saldi. Serve tutto questo all’Emporio Armani Milano per regalare un’altra splendida serata di pallacanestro all’Italia e al pubblico del Forum di Assago.
Nell’ottava giornata della Top16 di Eurolega (la Champions League del basket), l’Olimpia conquista una fantastica vittoria contro i campioni di Grecia dopo averli dominati per gran parte della gara.
Un successo che lancia momentaneamente l’EA7 al secondo posto del proprio girone ed in piena corsa per la qualificazione ai quarti della manifestazione.

Il divertimento non è mancato per i tifosi sugli spalti (tra questi anche Adriano Galliani e Rodrigo Palacio, per una sera uniti sul piano sportivo) saltati più volte dalle proprie sedie grazie alle prodezze della squadra allenata da Banchi.
Del resto non si poteva rimanere seduti di fronte alla raffica di triple messe a segno nel primo tempo. Impossibile non regalare standing ovation a Samuels e Cerella, che in campo hanno messo energia, cuore e punti pesantissimi alla causa.
Il centro giamaicano, che per la serata speciale ha sfoggiato un nuovo look shock (capelli di colore rosso!), ha dominato sotto canestro con 16 punti, 2 stoppate e 3 rimbalzi.
L’italo-argentino ne ha messi 8 con 2 su 2 da dietro l’arco, oltre ad una stoppata fantastica su Diamantidis e tanto lavoro sporco in campo.

ea7

Ottima la partita di Keith Langford, soprattutto nel primo tempo. La guardia statunitense è stato il miglior realizzatore in casa Armani con 18 punti (3/6 da tre) e 5 assist. In doppia cifra anche Jerrels con 10, un aiuto costante anche sotto i tabelloni.
Top scorer del match è Gift, il migliore del Panathinakos, con 21 punti e 9 rimbalzi, seguito da Wright con 17.
Milano però è stata bravissima a contenere i giocatori chiave dei greci, con una difesa superba soprattutto nel primo tempo. Ne sanno qualcosa Diamantidis (6 punti con 6 palle perse), Maciulis (5) e Ukic (soli 2 punti).

La strada per la qualificazione è ancora lunga, ma questa Milano può davvero farcela.
E poi, con lo stimolo della Final Four in casa (al Forum dal 15 al 18 maggio), lasciarsela sfuggire in questa stagione sarebbe davvero un delitto.

milano

La cronaca della partita

Che difesa Milano!
La tensione è alta; la posta in gioco pure. Così l’inizio del match è caratterizzato da equilibrio e da mani un po’ freddine (11-11).
Milano alza il livello difensivo in campo, concedendo pochissimo ai greci e andandoli a punire dall’atro lato del campo.
Due tiri da 3 consecutivi firmati Langford e Jerrels firmano il break EA7: 19-13 a fine primo quarto.

Una raffica di triple

Il Panathinaikos non riesce a trovare soluzioni efficaci nel suo attacco, mentre gli uomini di Banchi nel secondo quarto sono dei cecchini infallibili.
Quattro “bombe” consecutive scavano un solco profondo nel punteggio. Jerrels, Langford, Cerella e Gentile con le loro conclusioni da 3 fanno esplodere il Forum.
Il pubblico milanese si esalta anche per la grande energia messa in campo dai propri giocatori; due nomi su tutti: Samuels e Cerella, che vanno a stoppare in stile NBA il fischiatissimo ex Fotsis e il geniale Diamantidis.
La difesa dell’EA7 è asfissiante (9 palle perse per il Pana), l’attacco una meraviglia (8 su 11 da tre nei primi due quarti). Il primo tempo si conclude così con un vantaggio di quindici punti.

Samardo Samuels travolgente

I greci non possono essere quelli del primo tempo e cercano di dimostrarlo al rientro sul parquet.
Gist si prende sulle spalle la squadra è la riporta a -9.
Rispondono immediatamente Hackett (gran penetrazione a difesa schierata) e Samuels, che continua a lottare come un leone sotto canestro.
Nuova risposta degli ospiti, che con Wright e Maciulis interrompono il break milanese.
L’uomo venuto dalla Giamaica però, Samardo Samuels, è assolutamente incontenibile con sette punti nel quarto. Il punto esclamativo è una schiacciata che fa alzare tutto il pubblico in piedi e fa urlare così tanto il centro giamaicano da fargli uscire la bava dalla bocca.

Il Pana rimonta ma Milano resiste

Tre quarti dominati dall’Olimpia ma si sa, è sempre l’ultima frazione a essere decisiva.
Nonostante le percentuali dal campo non siano quelle delle giornate migliori, i greci sono duri a morire e tornano sotto pericolosamente.
I rimbalzi e le conclusioni sotto canestro di Gist, la bomba di Fotsis e uno dei rari canestri di Diamantidis riportano il Panathinaikos a -3.
Milano non ha più la stessa tranquillità del primo tempo; i tiri non entrano; la tensione sale e ne fanno le spese soprattutto Gentile e Melli con tre palle perse.
Banchi chiama time-out prima degli ultimi quattro minuti di fuoco.
A far saltare di nuovo in piedi i tifosi ci pensano ancora Cerella e Samuels. Bomba dell’italo-argentino con dedica al connazionale Rodrigo Palacio; altra schiacciata del giamaicano dopo un ottimo assist di Moss: 73-67 EA7.
Sembra finita, ma gli errori dalla lunetta di Melli ridanno speranze ai greci.
I due liberi di Diamantidis riportano a -1 il Pana con soli quattro secondi da giocare.
Langford va in lunetta. Tensione altissima. Sbaglia il primo ma mette il secondo. Siamo 77-75 ed il cronometro dice 3” alla sirena finale. I greci hanno l’ultima occasione per il colpaccio.
La difesa di Milano però è super e Wright non ha nemmeno il tempo di far scoccare il tiro in tempo.
Il punteggio non cambia più. Si può finalmente esultare.


Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 4 minutes, 56 seconds
Scrivi la tua opinione


  • Ti potrebbe interessare

  • Link che ci piacciono

    Copy to clipboard Update my DFP setup
  • Leggi qui

  • Ti potrebbe interessare anche…

  • Consigliato

Contatti | Support Store

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.