Venerdi, 17 agosto 2018 - ORE:08:05
Privacy Policy
News Live

Disastro PD: Bersani si dimette, anche Bindi decide di abbandonare

PD

Dimissioni di Bersani, un PD che si è spaccato irrimediabilmente?

Bersani ha deciso di dimettersi dopo il secondo candidato rifiutato per il ruolo di Presidente della Repubblica. Lui stesso spiega di non riuscire veramente a digerire il “tradimento interno” per la mancata elezione di Prodi e lo definisce come qualcosa di inaccettabile. Le dichiarazioni di Bersani sono sicuramente forti e giustificano in un certo senso le sue dimissioni che scatteranno una volta eletto il nuovo Presidente della Repubblica:

Loading...

«Uno su 4 ha tradito. Continuerò a dare una mano. I capigruppo con me devono da subito contattare le altre forze politiche per trovare una soluzione definitiva sul Quirinale. Noi da soli il Presidente della Repubblica non lo facciamo».

Lo sconforto è grande soprattuto perchè c’è la consapevolezza che il Partito Democratico aveva i numeri da solo per poter eleggere il candidato scelto, e invece il tutto si è risolto in un fallimento determinato da membri interni al partito. Poco più di 100 voti sono mancati al raggiungimento dei 504 voti che avrebbero garantito l’elezione di Prodi.

Una sconfitta Interna: Si cercano gli alibi

Matteo Renzi dice la sua:

«Io l’affossatore di Prodi? No, sarebbe stato un ottimo presidente. Non sono stati i miei a tradire. Io le cose le dico in faccia, sempre. I doppiogiochisti non mi piacciono. Se dico che sosteniamo Prodi, lo facciamo. Se andiamo contro Marini lo… diciamo a viso aperto».

Anche Vendola analizza la situazione:

«I voti che sono mancati a Romano Prodi vanno cercati nel Pd che paga un’evidente divaricazione di linea politica. Se il Pd deve fare il congresso all’interno del processo di selezione del capo dello Stato, ci facciano sapere chi ha vinto questo congresso. Ora avanti con la candidatura di Rodotà».

Ora i candidati che rimangono da proporre sono Amato (possibile candidato del PD), Rodotà (il candidato del M5S e SEL) e Anna Maria Cancellieri(stimata da PDL e Monti). Vedremo come andrà a finire.

Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 9 seconds
Scrivi la tua opinione

Redazione | Contatti | Support Store

Studionews24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Lucca n. 1/2014 del 14/02/2014.

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.