Mercoledi, 22 novembre 2017 - ORE:02:33
Privacy Policy
Altri Sport

Cinque sport bizzarri per cinque continenti!

sport bizzarri

Cinque sport bizzarri in giro per il globo

Forse non tutti sanno che molte competizioni a dir poco fuori dall’ordinario possono avere tornei ufficiali e regolamenti ben definiti che le rendono a tutti gli effetti attività sportive. Non lasciatevi ingannare da nomi poco orecchiabili o da location non molto accoglienti poiché la loro fama si sta via via espandendo e il numero di seguaci o semplici spettatori sta aumentando esponenzialmente.

Se vi siete annoiati della solita partita di calcio o dell’ennesima corsetta mattutina vi proponiamo di dare colore alle vostre giornate provando uno tra questi sport.

Europa: La corsa sulle sedie da ufficio

corsa sedie ufficio sportIniziamo il nostro tour delle stravaganze dall’Europa, in particolare da Olten, in Svizzera, dove ogni anno si svolge un vero e proprio campionato del mondo di sedie da ufficio, ideale per gli impiegati sedentari che non amano fare attività sportive. Nella gara in questione, che coinvolge partecipati provenienti anche da altri Stati, i concorrenti devono sfrecciare a tutta velocità lungo una vera e propria pista da corsa, dotata anche di traguardo finale. Un’ottima opportunità per sfidarsi tra colleghi fuori dai corridoi dell’ufficio!

Africa: L’Elephant Polo

elephant poloLa prossima tappa ci porta in Africa, per essere più precisi in Sudafrica dove uno degli sport più nobili conosciuti al mondo viene rivisitato sostituendo gli eleganti cavalli con giganteschi elefanti. L’Elephant Polo, questo è il nome della disciplina, ha però origini nepalesi, giustificando così l’utilizzo di pachidermi asiatici a dispetto di quelli africani.

Per quanto riguarda l’attrezzatura, essa è strettamente legata a quella del Polo tradizionale rispettando ovviamente le proporzioni in base all’animale. A bordo dei rispettivi elefanti si sfidano due squadre composte da quattro membri ciascuna all’interno di un campo da gioco che misura 100-120 mt x 60-80mt.

Resta a questo punto da chiedersi quale sarà il prossimo passo: Camel Polo nel deserto del Sahara? Non ci scherzerei, esiste pure quello!

 

Cina: Kung Fu e calcio diventano tutt’uno

kung fu soccerA proposito di Sudafrica, dopo la deludente prestazione della Cina al mondiale di calcio che si è svolto nel 2010, un imprenditore cinese, tale Kong Debao, ha pensato bene di unire al calcio il Kung Fu, disciplina nella quale il suo paese eccelle.

Nasce così il Kung Fu Soccer, sport nel quale ai tipici movimenti del calcio si associano incredibili rovesciate e acrobazie che assomigliano a colpi di arti marziali. Questo sport è riuscito a varcare i confini della Cina diventando molto popolare anche in Malesia e Thailandia.

Australia: Football nel fango

Nella terra dei canguri spopola invece il campionato di football nel fango, che si tiene a Derby, in Australia Occidentale, in occasione del Boab Festival e che ha una tradizione ultra trentennale. Gli “ingredienti” per questo sport sono pochi e semplici: una buca scavata nel terreno riempita d’acqua, un pallone e due squadre. Sconsigliato per gli amanti dei vestiti dai colori chiari!

America: La migliore panciate nelle pozzanghere

Il nostro viaggio si conclude in America e vede di nuovo protagonista il fango. Esiste infatti una gara specializzata nelle spanciate in pozze di fango ai “Rednek Games”, che hanno luogo ogni anno ad East Dublin, Georgia. Tra gare di lancio dell’asse del water e serenate realizzate con le ascelle emerge il “Mud Pit Belly Flop Contest” competizione nella quale il partecipante che compie la spanciata più bella e più rumorosa può ottenere un ambito trofeo.

Mud Pit Belly Flop Contest

Sport bizzarri e poco comuni, che probabilmente non verranno mai riconosciuti come discipline olimpiche, ma che si fanno promotori di eventi legati a tradizioni folkloristiche dove il divertimento non manca di sicuro! Cosa state aspettando?

Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 4 minutes, 0 seconds
Scrivi la tua opinione

Redazione | Contatti | Support Store

Studionews24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Lucca n. 1/2014 del 14/02/2014.

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.