Domenica, 18 novembre 2018 - ORE:13:05
Privacy Policy
Altri Sport

Al via le Paralimpiadi

Paralimpiadi

2012: partono le paraolimpiadi

Mercoledì 29 Agosto alle ore 21 (22 ora italiana) lo Stadio Olimpico aprirà di nuovo i battenti per le Paralimpiadi, che vedranno partecipare 4.200 atleti da 166 nazioni.

Le regole per questa edizione prevedono la partecipazione di persone che hanno una ridotta mobilità agli arti inferiori o superiori, l’amputazione di uno o più arti e i non vedenti. Inoltre sono stati riammessi anche gli atleti con disabilità intellettive e relazionali. A questa edizione parteciperanno anche atleti che hanno preso parte alle precedenti olimpiadi, come Oscar Pistorius (200 metri e staffetta a squadre), Natalie Du Toit (10 chilometri di nuoto in acque aperte) e Natalya Partyka (tennis tavolo, è nata senza un avambraccio).

MODIFICHE. Le infrastrutture londinesi hanno subito delle notevoli modifiche necessarie per la riuscita di queste paralimpiadi: il LOCOG (organizzazione che pianifica Olimpiadi e Paralimpiadi) e l’ODA (gestore delle infrastrutture) hanno attuato tutte le disposizioni previste, modificando edifici e automezzi per la riuscita della più grande paralimpiade vista fino ad oggi: 239 autobus sono stati modificati per permettere l’accesso a 5 sedie a rotelle, il Villaggio Olimpico è stato reso accessibile a chiunque grazie alla modifica di rampe, scale, camere e bagni. Anche gli stadi non sono stati esentati da modifiche, con il centro acquatico, lo stadio di basket e il campo da hockey che sono stati dotati di posti a sedere più accessibili.

Paraolimpiadi in rosa

Queste paralimpiadi si annunciano inoltre come sempre più colorate di rosa, visto il numero di partecipanti femminili (più di 1500) che si è più che raddoppiato rispetto a 20 anni fa. Ma che conseguenze ha portato questa crescita costante delle atlete femminili? Ci risponde Philip Craven, presidente dell’IPC: “Il movimento paralimpico ha compiuto passi da gigante negli ultimi anni per quanto riguarda l’inserimento delle atlete. Questo ha permesso una maggiore equità tra i sessi, ma anche un miglioramento nella qualità di selezione e preparazione che oggi consente a tutti di competere in uno Sport Paralimpico a livelli di élite”.

DISCIPLINE. La Paralimpiadi di Londra 2012 prevedono 20 tipi di gare, dalle più note fino a quelle più sconosciute: bocce, scherma, rugby, tennis e pallacanestro in carrozzina. E poi, atletica, tanta atletica, judo, sollevamento pesi, calcio a 5 e a 7, vela, tiro, sittin volley, nuoto, tennistavolo (ping pong), canottaggio, goalball (una sorta di pallamano per non vedenti), arco, ciclismo su strada e su pista, equitazione. Insomma, di tutto e di più. Per divertirsi e divertire. Per non dimenticare quello che gli atleti ci dicono in ogni secondo di gara e con ogni goccia del loro sudore: essere diversi non vuole dire non essere in grado di divertirsi, ma avere la possibilità di far vedere agli altri come ci si diverte davvero.

Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 18 seconds
Scrivi la tua opinione

Redazione | Contatti | Support Store

Studionews24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Lucca n. 1/2014 del 14/02/2014.

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.