Sabato, 20 ottobre 2018 - ORE:17:26
Privacy Policy
News Live

Addio Iron Lady: Margaret Thatcher si è spenta a 87 anni

Margaret Thatcher

Margaret Thatcher: scomparsa stamattina nella sua suite all’Hotel Ritz di Londra

L’annuncio ufficiale arriva intorno a mezzogiorno dal suo portavoce, Lord Bell, che riferisce, a nome dei figli Mark e Carol, che l’ex-premier Tory è stata stroncata da un ictus. La Thatcher era malata da tempo: dal 2002 aveva interrotto le pubbliche relazioni a causa della demenza senile provocata dai primi ictus.
Bell sottolinea che verrà ricordata come “il più grande primo ministro che il Paese ha avuto”, lasciando un’eredità paragonabile solo a quella di Winston Churchill.

Loading...

Da Buckingham Palace, un comunicato annuncia che la Regina Elisabetta ha appreso la notizia “con grande dolore” e che si appresta a inviare un messaggio di condoglianze private alla famiglia; bandiere a mezz’asta al numero 10 di Downing Street, un onore che in pochissimi hanno avuto, segno dell’ammirazione che la Gran Bretagna nutre per ‘Maggie’, come veniva affettuosamente chiamata dagli inglesi, nonostante tutte le polemiche sorte intorno al suo governo conservatore e al pungo di ferro con cui ha guidato il paese dal 1979 al 1990.

La Lady d’Acciaio

Questo era il suo vero titolo ‘nobiliare’, nonostante fosse stata nominata Baronessa di Kevesten. Classe 1925, alla Camera dei Comuni dal 1959, guida il Partito Conservatore alla vittoria delle elezioni del 1979, in piena crisi post-shock petrolifero: in tempi di femminismo, colpisce che la prima donna a emergere come leader della scena europea fosse una conservatrice, ad oggi l’unico Primo Ministro donna che la Gran Bretagna abbia mai avuto.

La popolarità nella middle-class imprenditoriale

Guidò il Paese per undici anni, vincendo altre due tornate elettorali grazie alla popolarità conquistata nella middle-class imprenditoriale inglese per la fermezza con cui affrontò le crisi economiche e politiche: grande promotrice, insieme all’allora presidente degli Stati Uniti Regan, della dottrina Neo-Liberista, attuò una serie di privatizzazioni delle maggiori compagnie inglesi, ridusse di molto la spesa pubblica sacrificando il modello assistenziale del Welfare State e parallelamente si impegnò a diminuire la pressione fiscale, specialmente per le aliquote dirette. La manovra non fu del tutto indolore, anzi: ingaggiò un violento braccio di ferro con i sindacati che culminò con la durissima repressione, nel 1985, degli scioperi dei minatori.

thatchermthatcher

Un patriottismo dimostrato pienamente con la politica estera

La sua popolarità derivò però più dalla politica estera che da quella economica: con il suo pugno di ferro represse l’assalto all’ambasciata iraniana a Londra da parte di un gruppo di terroristi arabi nel 1980 e nel 1982 inviò una task force navale alle Isole Falklands in risposta all’occupazione argentina dell’arcipelago dopo la rivendicazione territoriale della giunta militare. La Thatcher in breve si riprese le isole, accompagnata dall’ondata di rinato patriottismo. 
Nell’85 uscì illesa da un attentato dell’IRA a Brighton, dove si riuniva il congresso del Partito: il giorno dopo non rinunciò al suo discorso.

La Lady di Ferro non avrà funerali di stato, per sua stessa volontà, ma Downing Street ha sottolineato che formalmente avranno la stessa rilevanza attribuita alla Regina Madre e a Lady Diana.
Nel frattempo da tutto il mondo continuano ad arrivare messaggi di cordoglio: uno, comparso su Twitter firmato dai cittadini britannici delle isole Falkland, recita: “Riposa in pace Maggie. Per sempre grati.

Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 4 minutes, 14 seconds
Scrivi la tua opinione

Redazione | Contatti | Support Store

Studionews24 è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Lucca n. 1/2014 del 14/02/2014.

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.